World Bach-Fest

Mario Ruffini
Ideazione, organizzazione e cura del World Bach-Fest

Ramin Bahrami
Fondatore e Presidente del Gruppo Facebook JS Bach
Co-ideatore del World Bach-Fest
Interprete principale della prima edizione


Genesi del World Bach-Fest
Firenze, 9-11 marzo 2012

Mario Ruffini, dopo essere entrato nel 2010 a far parte del Gruppo Facebook JS Bach fondato e presieduto da Ramin Bahrami, osservando la community virtuale mentre era in procinto di arrivare ai mille iscritti, agli inizi del 2011 ha avuto l'idea di un Festival reale, e ha ipotizzato di farlo svolgere nella propria città, Firenze. Fatte le opportune verifiche con le autorità locali e avuto positivi riscontri, ha condiviso l'idea con Ramin Bahrami che ha accettato con entusiasmo di partecipare.

Tutta il programma del Festival è stato da quel momento pianificato e ideato da Mario Ruffini, dalla struttura generale ai singoli eventi quali la maratona cinematografica, il concorso per un corto di 114 secondi, le micro conferenze musicologiche e teologiche, la doppia notte di musica e cinema, le lezioni agli studenti, e a suo carico è stata tutta l'organizzazione dell'evento, dal coinvolgimento delle istituzioni locali (Comune di Firenze, Regione Toscana) alle Fondazioni musicali (Maggio Musicale Fiorentino, Fondazione Sistema Toscana, Orchestra della Toscana), a tutte le acquisizioni finanziarie (Cassa di Risparmio di Firenze e Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Florens, Gucci), e infine alla rete organizzativa (Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut, Accademia San Felice/Flame Ensemble, Eventi Pagliai, Intoscana, Rete Toscana Classica, Feltrinelli).

A tale struttura Ramin Bahrami ha contribuito in modo sostanziale invitando nel festival nomi di prestigio quali Vinicio Capossela, Natalia Gutman, Andreas Glöckner, Piero Rattalino, Riccardo Chailly, e istituzioni quali il Bach-Archiv, Classica e Decca, e non da ultimo il Gruppo Facebook JS Bach (di cui Ruffini è stato nominato Coordinatore scientifico dallo stesso Bahrami), che ha contribuito alla diffusione dell'evento, con Antonella Lanfranco e Giuseppe Maurizio Lenti (quest'ultimo è l'ideatore del logo "Facebach").

Il lavoro di un intero anno, svolto in strettissima condivisione di intenti nel nome di Bach, ha portato alla decisione di condividere anche l'ideazione del World Bach-Fest, che nasce dunque nel segno unitario di Ramin Bahrami e Mario Ruffini.